Recinzioni per cani da interno: breve guida alla scelta

Le recinzioni per cani da interno rappresentano un grande vantaggio per chi ha degli amici a 4 zampe che vivono all’aperto. Siccome mi chiedono spesso informazioni in merito, ho preparato una guida che, spero davvero, possa rivelarsi utile. La trovi nelle prossime righe. Ricorda sempre che, qualsiasi domanda tu abbia, puoi pormela nei commenti!

Recinzioni per cani da interno: cosa sono e a cosa servono

Il recinto per cani da interno, come sopra ricordato, è un grande aiuto per chi ha dei cani che passano gran parte del loro tempo in spazi esterni. A differenza della gabbia, concede loro maggior spazio per muoversi.

Recinzioni per cani da interno

Recinzioni per cani da interno

Sull’argomento mi capita di rispondere molte volte alle domande di chi pensa che il recinto sia una costrizione eccessiva. Questo non è affatto vero. Rappresenta anzi una sicurezza in più per i nostri amici a quattro zampe che, altrimenti, rischierebbero di perdersi o di essere investiti.

Se vuoi sapere perché e quali sono i principali modelli, seguimi nelle prossime righe e scopri la guida che ho preparato sul tema.

Differenza tra box e recinto per cani

Chiarisco un dubbio che mi viene palesato spesso: tra il recinto per cani da interno e i box c’è davvero pochissima differenza! Nella maggior parte dei casi, il principale aspetto distintivo riguarda il materiale. Per fare un esempio al proposito, ricordo che i box sono caratterizzati da una parte in legno molto simile a una cabina. Il box, inoltre, è più piccolo del recinto. Il secondo, in alcuni casi, può arrivare a circondare l’intera abitazione.

Quando si sceglie di acquistare una recinzione per cani da interno, viste appunto le dimensioni, è meglio prendere anche una cuccia. Sia nel box, sia nel recinto, bisognerebbe invece posizionare una o più ciotole e, magari, qualche gioco. L’ambiente risulterà così più gradito al nostro amico a quattro zampe!

Leggi anche l’articolo sulle cucce per cani da interno

Tipologie di recinti per cani: quali sono le differenze?

Parliamo ora, più nel dettaglio, delle varie tipologie di recinto per cani da interno.

I modelli in commercio si distinguono per materiali e dimensioni. La grandezza del recinto varia a seconda dello spazio a disposizione. Come ho già ricordato, alcuni recinti per cani possono circondare l’intera abitazione. Bisogna prendere  in considerazione anche le dimensioni del cane. Più grande sarà, più ampio dovrà essere il recinto da interno o da esterno.

Torno un attimo a parlare di materiali, ricordando che i recinti possono essere in legno o in metallo. Nel secondo caso, si può parlare di trame a rete, ma anche di trame tubolari. Molto spesso, quando si sceglie un recinto per cani da interno, si punta su un modello realizzato in materiale isolante. Da sottolineare è anche la presenza di pedane, realizzate solitamente in legno o in alluminio. Il secondo materiale ha dei contro non indifferenti. Uno dei principali riguarda il fatto di subire fortemente l’influenza dei cambiamenti climatici. Riesce per esempio a scaldarsi molto facilmente.

Vantaggiosa può rivelasi la scelta di box e recinti modulari, caratterizzati dalla possibilità di cambiare le dimensioni grazie a comodi sistemi di assemblaggio. Queste soluzioni vengono scelte da chi ha intenzione di creare per i propri amici quattro zampe una divisione tra la zona giorno e la zona notte.

Molto importante è ricordare che, dal punto di vista dei materiali, si ha a che fare anche con mattoni, cemento e cartongesso. Questi recinti per cani, come è chiaro dalla loro complessità, sono utilizzati soprattutto negli allevamenti.

Leggi altri articoli scegliendo tra di questi qui sotto oppure scarica la nostra guida gratuita che ti aiuterà se hai un cane che tira al guinzaglio.

Leave a Reply