Pastore Australiano: descrizione, carattere e prezzo

Il Pastore Australiano o Australian Shepherd ha origini negli Stati Uniti verso i primi anni del ‘900, quando gli antenati di questa specie approdano negli USA, nonostante il nome che porta lo voglia legato all’Australia.

Le razze mischiate che hanno contribuito alla creazione del Pastore Australiano infatti, sono il Pastore vasco e lo Smithfield.

Nel 1957 in Arizona si fondò l’Australian Shepherd Club of America, ma si dovette attendere fino al 1976 per avere uno standard unificato di questo cane.

Il Pastore Australiano è un perfetto cane da lavoro, particolarmente apprezzato nella conduzione dei greggi, ma anche adatto ad essere un buon cane da compagnia di taglia media.

Pastore Australiano: descrizione, carattere e prezzo

Pastore Australiano

Pastore Australiano: descrizione

Il cane si presenta molto equilibrato, anche se tende ad essere leggermente più lungo che alto, di media costruzione e ossatura, con una coda naturalmente corta.

Si tratta di un cane attento e vivace, molto agile e muscoloso, molto simile al Border Collie, un cane piuttosto famoso.

La testa è molto delineata, ma comunque proporzionata al corpo, mentre il muso può essere uguale in lunghezza o leggermente più corto del cranio.

Gli occhi invece sono di taglio a mandorla, molto intelligenti ed acuti, mentre gli arti con scapole lunghe e piatte gli permettono di spiccare grandi balzi.

Il cane è essenzialmente di media taglia, con un’altezza che oscilla tra i 51cm ed i 58cm per il maschio, mentre per la femmina oscilla tra i 46cm fino ad un massimo di 53cm, mentre per il peso si varia dai 20kg ai 25kg sia per la femmina che per il maschio.

Per quanto riguarda invece il mantello, il pastore australiano ha pelo di media tessitura, da diritto a ondulato, resistente alle intemperie e di media lunghezza, mentre il sottopelo varia a seconda del clima.
Per quanto riguarda invece il colore si può presentare in blue-merle, nero, red-merle, rosso; tutti con o senza macchie bianche e/o focature.

Approfondendo il discorso sulla varietà merle, questa viene solitamente preferita da chi decide di acquistare un pastore australiano, ma esiste un “lato oscuro”.

Sebbene infatti ad esempio la blue merle sia la varietà forse più bella, il gene merle è letale in quanto quando è omozigote provoca la morte dell’embrione o la nascita di cuccioli con gravi problemi di salute.

In questo caso si parla solitamente di “doppio merle” ed il cane potrebbe presentare sordità, sensibilità alle radiazioni solari, cecità o mancanza di uno o entrambi gli occhi.

Detta in modo molto parafrasato e semplice, l’unione di due cani merle è come un incesto nel mondo umano, da cui solitamente nascono infatti bambini con gravissimi problemi di salute.

Pastore Australiano carattere

E ora veniamo al carattere di questo particolare cane.

Il Pastore Australiano è un cane da lavoro molto intelligente, che presenta un forte istinto da pastore e da guardiano.

Si tratta di un cane molto leale e con molta energia, dotato di un buon carattere raramente rissoso, anche se al primo approccio potrebbe risultare un po’ restio e schivo e molto testardo.

Viene spesso chiamato il “cane che sorride” per il modo in cui tende ad alzare le labbra mostrando i denti, va molto d’accordo con gli altri cani, è un cane testardo ma che comunque ha un costante bisogno di compagnia.

Il Pastore Australiano è dunque particolarmente indicato per essere un cane sportivo, cane anti-droga, cane-guida per ciechi ed un cane da salvataggio.

Pastore Australiano prezzo

pastore australiano cucciolo

Pastore australiano cucciolo

Partendo dal presupposto che si voglia acquistare un esemplare cucciolo di Pastore Australiano, bisogna tenere conto che questo può costare in genere dai 400,00 euro ai 700,00 euro.

Il prezzo infatti è abbastanza variabile in quanto il numero dei cani di questa razza è costantemente in crescita nel nostro paese e dunque molto probabilmente le sue quotazioni tenderanno a cambiare con il passare degli anni.

Da non sottovalutare sono anche i costi di “manutenzione” del cane che però, essendosi sviluppato principalmente per il lavoro, non ha bisogno di particolari cure.

L’importante infatti è prestare attenzione al mantello in modo che preservi un ottimo stato di salute, ricordandoci di spazzolarlo ogni tanto e di non fargli mai mancare il giusto movimento.

Ovviamente sono essenziali controlli periodici dal veterinario in modo da scongiurare parassiti esterni ed eventuali malattie.

Il Pastore Australiano infatti tende soffrire di alcune malattie ereditarie.

Le più frequenti in questo caso sono la displasia dell’anca, la displasia del gomito e l’oculopatia, anche se dopo i 3 anni può presentarsi anche l’epilessia.

Leggi altri articoli scegliendo tra di questi qui sotto oppure scarica la nostra guida gratuita che ti aiuterà se hai un cane che tira al guinzaglio.

Leave a Reply