Kennel: cos’è e come abituare il cane

trasportino per cani

Durante le mie consulenze mi capitano spesso moltissimi proprietari preoccupati perchè i loro cani hanno la tendenza a rosicchiare i mobili di casa e ad essere irrequieti e agitati. Sopratutto quando vengono lasciati soli in casa.

Ponendo loro alcune domande per cercare di capire meglio la situazione scopro con grande stupore che non hanno un Kennel per cani, e anzi, molti di loro non sanno neanche cosa sia.

Cos’è?

Se parliamo del significato letterario del termine “kennel” significa “canile” che viene inteso anche come “allevamento”. Ritroviamo questa parola nei “kennel club” che sono infatti delle associazioni di allevatori.

Quando però, parlando con i miei clienti, chiedo loro se hanno il kennel mi riferisco al classico trasportino per cani.

Oramai ne hanno fatti di tutti i tipi e di tutte le misure.

trasportino in tessuto

Possiamo trovare sia quelli in tela che considero comodissimi e soprattutto molto pratici perche facili da trasportare e portarsi in giro. Si perchè da chiusi diventano pratiche valigette superpiatte da trasportare più che comodamente.

Un’altra praticità del kennel in tessuto è quella di avere moltissime aperture. Solitamente hanno aperture frontali, laterali e superiori in modo da poter scegliere la più comoda da utilizzare in ogni occasione.

L’unica contro indicazione, se così la possiamo chiamare,  è che il trasportino in tela è poco adatto ai cani in fase distruttiva e che amano particolarmente l’evasione in quanto essendo appunto di tela risultano anche più facili da distruggere. Lo sconsiglio quindi come primo kennel ma diventerà un ottima alternativa quando il cane si sarà già abituato.

Se preferisci escludere il kennel di tela puoi sempre optare per un trasportino rigido.

Tra i diversi materiali usati per costruire i trasportini per cani rigidi ci sono plastica oppure alluminio. Meno maneggevoli rispetto al precedente rimangono però i più sicuri e sopratutto i più utilizzati per il trasporto dei nostri amici in macchina. Ricordo inoltre che il trasportino rigido è l’unico ad essere omologato per i viaggi in aereo.

Eccoti due immagini che ti aiuteranno a capire com’è fatto un kennel rigido.

kennel

kennel su misura

A cosa serve?

Beh, questo è il pezzo che preferisco.Mi capita spesso di sentirmi dire: “il mio cane rinchiuso li dentro? in quella gabbia? Mai!”.

Ecco a proposito di questo vorrei fare una precisazione importante.

Il kennel non è uno strumento di tortura e non serve per tenere i cani in prigione. Questo deve essere chiaro.

L’utilizzo del kennel parte da un concetto ben preciso che è quello della “tana”. Si perchè, come sapranno già molti di voi, i cuccioli di lupo dopo essere stati messi al mondo vivranno una parte del loro sviluppo proprio all’interno della tana che di solito è stata scavata dalla madre sotto terra.

Il cane ha mantenuto questa abitudine che è molto visibile in una razza israeliana ben precisa: “il Canaan Dog“. Questo cane ha la tendenza a scavare buchi nel terreno che vengono chiamati appunto “Canaan hole” dove ama passare quasi tutto il suo tempo libero.

Ogni cane avrebbe bisogno di una tana, intesa come luogo sicuro.

Sì perchè lo scopo del kennel è proprio quello di riproporre al nostro cane:

  • un luogo dove potersi sentire protetto e al sicuro
  • un luogo dove possa osservare quello che accade intorno a lui sentendosi inattaccabile e al sicuro da eventuali attacchi alle spalle.

Dobbiamo ricordare che anche se il nostro cane nasce come  predatore, come tutti gli animali che rientrano in questa categoria, possono essere predatori o diventare prede a seconda delle circostanze. Ecco perchè diventa fondamentale per il nostro cane avere un posto dove potersi sentire sempre sicuro e protetto.

trasportino cani piccola taglia

Dimensioni e materiali

Come abbiamo visto i materiali con cui può essere costruito il nostro kennel possono essere diversi. Partiamo da quelli in tela per poi spostarci su quelli in plastica fino ad arrivare a quelli in alluminio.

Per quanto riguarda le dimensioni, anche qui, possiamo dire che esistono trasportini per cani di tutte le misure e per tutte le taglie.

Quindi potrai trovare in commercio diverse misure sia per i cani piccolissimi come i chiuaua sia per i cani giganti come ad esempio l’alano.

Ma come scelgo la misura giusta per il mio cane?

Per rispondere a questa domanda vorrei partire di nuovo dal concetto di “tana”. Se hai avuto modo di guardare qualche documentario sul lupo avrai potuto notare che solitamente le loro tane non sono mai tanto più grandi del lupo stesso.

Questo perchè la “tana” deve essere un luogo sicuro e cioè facile da tenere sotto controllo e si deve toccare e annusare facilmente. Quando sono in tana prevalentemente dormono o si riposano.

Da questo possiamo facilmente dedurre che la misura ideale del nostro kennel deve permettere al cane di alzarsi in piedi, girarsi agevolmente e riposare comodamente.

Sconsiglio di acquistare misure troppo grandi perchè toglierebbero al cane la sensazione di sicurezza di cui ha bisogno.

Come abituare il cane al Kennel

abituare il cane al kennel

Per abituare il cane al trasportino la prima cosa che occorre è una buona dose di pazienza. Quindi mettiti comodo, con quella ed i giusti accorgimenti non potrai sbagliare!

Per prima cosa ti consiglio di posizionare il tuo nuovo trasportino x cani in luogo abbastanza protetto della stanza che hai scelto, come ad esempio un angolo.

Fatto questo il primo passo da fare è quello di iniziare a somministrare i pasti del tuo cane all’interno del kennel lasciando la porta aperta.

Fallo almeno un paio di volte ricordandoti di dire un bel “bravo” al tuo amico mentre mangerà all’interno del trasportino. Questo serve per farlo familiarizzare in modo corretto con il tuo nuovo acquisto.

Successivamente prova a chiudere la porta e a riaprirla un paio di volte mentre il cane è all’interno che consuma il suo pasto, probabilmente non se ne accorgerà neanche.

Fatto questo, la volta dopo proverai a lasciare chiusa la porta sempre mentre mangia e quando ti guarderà perplesso riaprila facendolo uscire e riempiendolo di complimenti.

Da qui è tutto in salita.

I giorni seguenti prova a lanciare nel kennel qualche bocconcino e faglieli cercare. Inizialmente dovrai lasciare la porta aperta per poi chiuderla successivamente per qualche istante. E’ molto importante che il cane non dia segni di disagio.

Il passo successivo sarà quello di mettergli a disposizione qualche snack rosicchiabile. Sconsiglio vivamente di usare gli ossi di bufalo perchè dannosi.

Se rimane a rosicchiarlo dentro il kennel il gioco e fatto!

Vuol dire che inizia a prenderlo come punto di riferimento e quindi a considerarlo come “tana”. Chiudi lo sportellino e lascialo dentro a rosicchiare. Dovrai riaprire la porticina solo quando avrà finito il suo snack.

Se così non fosse e cercasse di uscire, prova a chiudere la porta con lui dentro e osserva cosa fa. Nove volte su dieci inizierà a rosicchiare il suo snack. In caso contrario apri la porta, fallo uscire ma riprenditi il premietto.

Continua seguendo queste linee guida fino a quando non ti accorgerai che avrà iniziato ad abituarsi a stare al suo interno considerandolo un posto sicuro e tranquillo.

kennel per cani

Quando può essere utile?

Con le premesse fatte in precedenza posso dire che il kennel è sempre utilissimo ma deve essere usato nel modo giusto.

E’ perfetto per il trasporto del nostro cane in auto ma anche in casa. Io consiglio spesso di usarlo in vari ambiti.

Se hai un cane che ha difficoltà a stare in casa da solo perchè distrugge tutto per noia o perchè soffre di ansia da separazione questa è una soluzione che ti permette di vivere più serenamente e che permette al cane di sentirsi sicuro e di imparare un po di autocontrollo.

Molto utile anche nel caso di ospiti in casa che hanno paura dei cani o in tutte quelle situazioni dove il cane non può interagire attivamente nella vita familiare.

Detto questo voglio sottolineare il corretto utilizzo di questo strumento. Il cane non deve ritrovarsi a vivere nel kennel. Deve essere uno strumento utilizzato con intelligenza salvaguardando il benessere del cane sempre.

Spero che questo articolo ti sia stato di aiuto e se dovessi avere qualche domanda da pormi in proposito puoi tranquillamente scriverla nei commenti qui sotto.

A presto

Leggi altri articoli scegliendo tra di questi qui sotto oppure scarica la nostra guida gratuita che ti aiuterà se hai un cane che tira al guinzaglio.

Leave a Reply