Giocare con il cane: i migliori consigli e tre semplici idee

Imparare a giocare con il cane è fondamentale per chiunque voglia accogliere un amico a quattro zampe in casa. Proprio attorno al gioco, infatti, si modella il mondo educativo del cane. Se vuoi qualche consiglio in merito, seguici nelle prossime righe e scopri la guida che abbiamo creato per te, ricca di spunti utili per costruire un rapporto speciale con il tuo amico quattro zampe.

Giocare con il cane

Giocare con il cane

Giocare col cane: i principali vantaggi

Giocare con il cane è fondamentale non solo per la salute fisica del proprio amico, ma anche per quella mentale.

Attraverso il gioco, infatti, il cane esplora il mondo che lo circonda e rinsalda il legame con il padrone.

Cominciare ad abituare il cane al gioco fin da subito è basilare perché, grazie ai meccanismi ludici, è possibile avviarlo alla comprensione di meccanismi sociali importanti, come per esempio le gerarchie.

Giocare con il cane, inoltre, aiuta ad abituarlo ad autocontrollarsi e a evitare di mordere oggetti o mobili.

Quando si è alle prime armi nel gioco con il cane è bene ricordare che il nostro amico a quattro zampe tende ad assumere delle posizioni specifiche per invitare al gioco sia il padrone, sia gli altri cani. La più famosa è indubbiamente l’inchino, che si contraddistingue per gli arti inferiori abbassati e quelli posteriori sollevati.

Data questa doverosa premessa, vediamo alcuni semplici giochi che si possono fare con il proprio cane.

La sorpresa nascosta

La sorpresa nascosta è un’idea molto semplice per chi inizia a giocare con il cane. I vantaggi di questo gioco sono plurimi e molto pratici. Ripetendolo, infatti, si riesce sia a rafforzare l’olfatto del nostro amico.

Cosa si deve fare, in pratica? Semplicemente prendere il premio preferito dal proprio cane e chiuderlo nel pugno della mano.

Il passo successivo consiste nell’avvicinare entrambe le mani al naso del cane, esplicitando l’interrogativo “Dov’è?”.

Molto importante è fare attenzione a muovere le mani. Dopo questi semplici passi introduttivi, il tuo amico a quattro zampe si avvicinerà, indicando con la zampa  oppure con il muso la mano che contiene il premio. A questo punto non resta che aprire la mano contenente il premio e darglielo.

Una variante di questo gioco con il cane prevede il fatto di nascondere il premio all’interno di un giochino. In questo modo, infatti, si stimolano le capacità di problem solving del proprio amico.

Ostacoli casalinghi

Quando si parla di consigli per giocare con il cane, è fondamentale chiamare in causa gli ostacoli. No, non si tratta per forza di percorsi da gara di agility.

I percorsi a ostacoli possono essere “costruiti” anche a casa. In che modo? Dando spazio alla fantasia e utilizzando libri, sedie o altri oggetti non pericolosi. Ovviamente si tratta di un gioco ideale per i cani di piccola taglia.

Alla fine del percorso si può posizionare un succulento premio. Ah, una volta che il cane avrà terminato il suo percorso, oltre al premio è il caso di concedergli anche una carezza e dei complimenti!

Viva la pallina!

La pallina è un grande classico per chi vuole giocare con il cane. Il primo consiglio per rendere questo gioco efficace a fini di un miglioramento del rapporto consiste nel passare la pallina tra le mani prima di lanciarla.

In questo modo, la pallina assume ancora di più l’odore del padrone e il cane la trova ulteriormente gradevole.

Essenziale, inoltre, è che sia delle dimensioni giuste. Se è troppo piccola, infatti, l’amico a quattro zampe rischierà di ingoiarla. Se troppo grande e difficile da afferrare, il pericolo è quello che perda interesse.

Il riporto è il gioco più classico che si può fare quando si punta a divertirsi con il proprio cane. Per insegnare al proprio amico a giocarci al meglio è necessario partire con due palline, che devono essere perfettamente identiche tra loro.

In questo modo, si evita che il cane ne preferisca una piuttosto che l’altra. Per iniziare a giocare, non resta che prendere in mano le due palline e attendere che il cane si avvicini. Essenziale è far sì che non salti addosso.

Una volta ottenuto questo risultato, si lancia la prima pallina. Cosa si fa dopo? Si attende che la recuperi. Una volta che l’avrà in bocca, non resta che fargli vedere la seconda pallina, da lanciare non appena lascerà la prima. Quello appena descritto è noto come gioco dello scambio.

Ti piace giocare con il tuo cane? Hai altri giochi da suggerire? Lascia la tua opinione nei commenti!

 

Leggi altri articoli scegliendo tra di questi qui sotto oppure scarica la nostra guida gratuita che ti aiuterà se hai un cane che tira al guinzaglio.

Leave a Reply