Come addestrare un cane? Addestramento cani consigli e come iniziare

Ti sei recata in canile e ti sei innamorata del tuo nuovo amico a 4 zampe e dopo averlo portato a casa ti chiedi: se non so nulla di addestramento cani, potrò prendermi cura del mio 4 zampe nel modo migliore? Come mi comporterò se abbaierà, tirerà al guinzaglio, sporcherà in casa?

Addestramento cani, scopri come iniziare, quali errori non commettere e come comportarsi nelle singole situazioni su come addestrare un cane cucciolo o adulto, di razza o meticcio, di taglia piccolo o gigante.

Le figure dell’addestratore e dell’educatore cinofilo si occupano proprio del comportamento del tuo piccolo Amico a quattro zampe. E’ importante imparare a relazionarsi e ad educare il cane che hai portato a casa,così da avere con lui una vita soddisfacente e senza problemi. Questi professionisti ti insegnano come educare un cucciolo o un adulto, in qualsiasi situazione o condizione.

Addestramento cani

Addestramento cani

Come addestrare un cane – la guida passo passo

Qui di seguito ho elencato quelle che, secondo me, sono le domande fondamentali che dovresti porti quando decidi di inserire un nuovo membro in famiglia e, lo spero, decidessi di dargli la giusta educazione. Ovviamente, oltre alle domande troverai anche delle risposte che potrebbero esserti molto utili.

Questi argomenti saranno poi presi uno per uno e analizzati e sviscerati per bene nei prossimi articoli, ma almeno inizio a darti una piccola anticipazione degli argomenti che andremo ad approfondire nel tempo.

Ti sarà molto utile soprattutto per i primi mesi farti aiutare da un educatore cinofilo a domicilio per affrontare al meglio le possibili problematiche iniziali.

Perché è utile addestrare il mio cane?

Se il cane vivesse nel suo ambiente naturale, in mezzo ad altri cani e non interagisse in alcun modo con la “cultura” dell’uomo, non avrebbe certamente bisogno di essere educato. Tale necessità sorge quando decidiamo di farlo vivere in un ambiente urbano, con delle regole che non sono quelle della natura ma dell’uomo.

In tal caso, considerando che siamo noi a decidere di far vivere il cane nel nostro mondo a modo nostro, dovremmo sentire anche la responsabilità di spiegargli, con la giusta metodologia ed il giusto linguaggio, quali siano le GIUSTE REGOLE di questo mondo.

Hai domande o vuoi fissare un primo incontro? Lascia qui sotto un messaggio e verrai ricontattato il prima possibile

Fino a che età posso educare il mio cane?

Se abbiamo la possibilità di scelta è meglio iniziare subito, fin dal primo giorno in cui entra nella nostra casa, indipendentemente dall’età. Così facendo ci risparmieremo l’instaurarsi di brutte abitudini e preverremo la comparsa di problemi comportamentali più seri. Se questo però non dovesse essere possibile, non ce da preoccuparsi, non è mai troppo tardi per iniziare un percorso educativo con il proprio cane, e lui sarà ben felice di seguici in un programma che renderà più felici e rilassati entrambi!

Che differenza c’è tra educazione cinofila e addestramento cani?

Educare, dal latino “ex-ducere”, in altre parole “tirar fuori” le qualità, riuscire quindi a comprendere l’ interiorità del nostro cane, comprendere profondamente ciò che prova, sente, sia da un punto di vista emozionale sia sensoriale. Inoltre educare significa spiegare ciò che vogliamo da lui, per aumentare la sua qualità di vita e conseguentemente la nostra, senza incomprensioni e fraintendimenti.

L’addestramento cani è qualcosa che punta a risultati di tipo meccanico. Si tende a svolgere una serie di esercizi che servono a sviluppare abilità specifiche. Inoltre è un tipo di attività che lavora molto sul metodo di apprendimento chiamato “condizionamento” gratificando principalmente il cane con il cibo.

Perché è importante essere costanti nell’educazione/addestramento del mio cane?

La costanza e la regolarità nelle lezioni garantisce migliori risultati ed inoltre permette sia all’educazione che a voi di poter seguire un percorso più mirato anche basandosi sulle difficoltà o sui problemi riscontrati tra una sessione e l’altra con consigli ed esercizi specifici. 3

Cosa bisogna fare perché le sedute di educazione del mio cane siano utili e risolutive?

Sicuramente le parole più utili per rispondere a questa domanda sono pazienza e costanza. Soprattutto all’inizio del percorso è utile non farsi mancare queste due doti. Un’altra dote utile è sicuramente la capacità di “mettersi in discussione” e di capire che se non si sono ottenuti i risultati voluti fino a quel momento forse è il caso di cambiare qualcosa. Bisogna iniziare ad avere una comunicazione coerente in tutto e per tutto con il nostro cane e questo richiede pazienza, voglia di testare e di mettersi in gioco sfruttando i suggerimenti che verranno forniti durante le lezioni.

È meglio un corso collettivo o individuale per l’educazione del cane?

Sicuramente un corso collettivo si presenta molto utile per aumentare la socializzazione del cane e per i numerosi stimoli a cui viene sottoposto durante la sessione educativa. Per contro, essendo fatto in collettività, si rischia di perdere quella parte importante di personalizzazione e di adattamento specifico al singolo cane/cliente.

Un percorso individuale, oltre ad avere la comodità di essere a domicilio, va ad approfondire in maniera specifica, le esigenze personali del cliente adattandole per giunta all’ambiente di vita quotidiano e seguendo le dinamiche familiari. Inoltre permette di comprendere e di rendere più accessibili esercizi e suggerimenti, poiché nella sessione educativa, vengono già integrati nel contesto di vita quotidiana, eliminando quindi tutte le difficoltà che invece potrebbero crearsi in un contesto collettivo a causa della mancanza di questa integrazione.

Che tipo di impegno può richiedere l’educazione del cane?

Inizialmente l’impegno con l’educatore sarà di 1-2 volte alla settimana per la durata di 1 ora a seconda della situazione iniziale, poi si proseguirà con 1 incontro, sempre di 1 ora, alla settimana.

Durante le lezioni verranno insegnate nozioni teoriche e pratiche dove imparerete a relazionarvi con il vostro cane in modo pratico, funzionale e soprattutto corretto. Ma anche ad affrontare problemi comuni come un cane che abbaia troppo (leggi approfondimento e consigli), un cane con un atteggiamento aggressivo verso gli altri cani (qui tanti consigli su cosa fare)

Nel tempo che intercorrerà tra un incontro e l’altro dovrete esercitarvi, soprattutto nella parte pratica di gestione riproponendo gli esercizi ed i suggerimenti dati nella vita di tutti giorni. Non si richiede un impegno rilevante in termini di tempo, bastano pochi minuti al giorno, le cose importanti sono costanza e coerenza, senza le quali sarebbero vanificati tutti i risultati ottenuti.

Ho la garanzia che alla fine del corso il mio cane sarà educato?

Avete la garanzia che vi sarà garantita tutta la professionalità e la competenza che vi servirà ad acquisire gli strumenti, le conoscenze e le capacità necessarie affinché possiate essere voi i veri educatori del vostro cane. Durante il corso verrete seguiti costantemente sia nei progressi che nelle difficoltà. Tengo a precisare che, come in ogni scuola, bisogna applicarsi e mettere in pratica tutti gli strumenti acquisiti altrimenti i risultati tarderanno ad arrivare.

Quali membri della famiglia dovrebbero partecipare al corso?

Tutti i membri della famiglia sono i benvenuti. Sarebbe utile, soprattutto in fase di apprendimento, che ogni membro della famiglia sia almeno informato su cosa avviene durante le lezioni e su quali accorgimenti comportamentali si devono attuare in modo da garantire una linea costante di apprendimento da parte di tutta la famiglia per agevolare l’apprendimento da parte del cane.

Esistono strumenti per aiutarsi con l’addestramento cani?

Uno degli strumenti utili per addestrare il cane è il clicker per cani. Cosa è il clicker?

E’ uno strumento ideale per l’addestramento positivo per i cani. Serve a ricompensarli quando effettuano il comportamento che gli abbiamo chiesto. Ci sono clicker regolabili con differenti volumi. Può essere uno strumento divertente per avere i risultati tanto agognati dal proprio cane anche in breve tempo.

Il principio è semplicissimo: prima cosa dovrai insegnare al tuo cane a rispondere ad un determinato segnale acustico cercando e selezionando la tonalità e il volume più adatti a lui.
Questo strumento di addestramento è anche parte di una filosofia di educazione cinofila e filosofia di vita secondo la quale per insegnare le cose al proprio cane non è necessario usare violenza o punizioni, bensì di premi e ricompense.

Sei pronto per iniziare questa avventura assieme al tuo piccolo (o grande) amico a 4 zampe? Se stai cercando un educatore cinofilo a Torino e provincia, contattami.

Leggi altri articoli scegliendo tra di questi qui sotto oppure scarica la nostra guida gratuita che ti aiuterà se hai un cane che tira al guinzaglio.

No Responses

Leave a Reply